3796 visitatori in 24 ore
 211 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



redent Enzo Lomanno

EnzoL

Impossibile
detergere vera poesia
con poche parole dal basso del ventre.

È necessario spesso incidere,
Escludendo dal suono la semantica.

Ritrovando del lemma l’origine.

Quell’espressione armoniosa che esula
dal senso stesso di una frase compiuta ... (continua)


Nell'albo d'oro:
Le tue Ragioni
Nella notte ascolto solo
da sempre il suono sordo
del tuo vecchio viso incompreso

che padre e dolore
mai così furon dette le parole
e d'amore nascosero
ogni mia volontà distruttiva
ogni eco di rivalsa

Di quei rigurgiti ferrosi,...  leggi...

Manifesto
in quale dissapore
porto le parole verso gli albori
raccapriccianti piccoli mostri
che s'affacciano furiosi dalle labbra di carne
e sfolgorano luce adamantina
sui tetti dell'inusuale ombra della mia coscienza

che ripercorrono nel rumore...  leggi...

I Fiumi di Porpora
solo tacciono
le spine conficcate nel cuore
senza parole né respiro sono i dolori
che sovente incontrano croci affini
lungo i viali alberati dello zoo

ingressi freddi nelle sinagoghe defunte
e piramidi innalzate come schermo...  leggi...

Frinire
Gli attimi,
non giungono,
- si perdono in risvegli -
lasciando spazi ogivali
su guanti di lune
defunte.

Soffi di favole antiche,
tra poveri sofismi della notte,
restano orfani,
selvaggi d'occhiaie fonde
in fiati dispersi nelle...  leggi...

Nella Morte del Fiore
In un fiore che sboccia
racchiudo e detengo l'ignoto

meraviglia ed incanto
mentre sfoglio nitide immagini
chiarificatrici

lo splendore
che porta corona
impera svettante
con guglie di petali
armonizzanti in seta

leggera l'anima si fa...  leggi...

Lontani Occhi Vicinissimi
ho visto occhi
occhi che hanno tramontato smeraldi
che innocenti hanno palpato sentenze
e nella verde meraviglia si son sciolti in lacrime

ho visto occhi
occhi che hanno tracciato ellissi di dolore
nel turbamento feroce dell'incredulità
e...  leggi...

Rosa di Gerico
eri piccola ombra ignota a Dio
una celata smorfia da marciapiede
sospinta come rosa di gerico
da gas autostradali

rotolavi

aprendo i polmoni alla rugiada del mattino
mentre riavvolgevi tapparelle inconsistenti

rotolavi

e ti chiedevi...  leggi...

Volendo il nostro eroe
volevo aprire una sola solitaria finestra
una porta per precipitare
ridendo a squarcia gola
ballando come un pazzo
sul male
e sullo squallore intrinseco in ciò che c'è di vivo
volevo sbirciare come un bimbo
affogando nelle...  leggi...

Cuore Ingenuo
piccolo cuore ingenuo
come sei buffo
mentre rotoli e ti frantumi
nei fanghi dell'illusione

tu non ci sei...

piccolo cuore urlante
odio la tua voce soprana
che nel buio insiste dall'eterno
suadente vociare di speranza

dove sei...  leggi...

La Corsa
cieco
le retine le ho perdute
scommettendo sull'ultima corsa

la mia prole...

e tutto va come deve
segue un corso fluido

l'atavica speranza sanguigna
il fiume d'orme
di carne e sperma
e paradiso
riverbera potente sulla linea dello...  leggi...

Domenica Mattina
è domenica mattina
una libra di luce
bilancia il buio nella stanza

m'affaccio sul balcone
pesante
per nulla disinvolto
orso sveglio da un letargo
che pare infinito

respiro l'asfalto...

in strada borbottano gli sbarbati
con il loro...  leggi...

Cappuccetti Rossi
reggevo l'immortale giovane calice
nella mano segnata da scaglie d'avvenimenti
mentre ad occhi chiusi proteggevo me stesso
dal lupo sociale

voleva farsi guardare
in tutta la sua meschina fierezza
mentre lacerava brandelli di sogni
da figure di...  leggi...

EnzoL

EnzoL
 Le sue poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Samsara (05/10/2010)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Di quello rimasto (03/04/2018)

EnzoL vi consiglia:
 E Poi Nulla (29/03/2012)
 Accattone (03/11/2012)
 Come Può (14/12/2013)
 Io (18/04/2014)
 Canto Ateo (30/03/2014)

La poesia più letta:
 
Sadò (09/08/2011, 8580 letture)

EnzoL ha 12 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di EnzoL!

Leggi i 5257 commenti di EnzoL


Leggi i racconti di EnzoL

Le raccolte di poesie di EnzoL

EnzoL su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 04/03/2016
 il giorno 29/04/2014
 il giorno 12/01/2013
 il giorno 04/10/2011

Autore della settimana
 settimana dal 06/05/2013 al 12/05/2013.
 settimana dal 17/09/2012 al 23/09/2012.
 settimana dal 23/04/2012 al 29/04/2012.
 settimana dal 28/11/2011 al 04/12/2011.
 settimana dal 06/06/2011 al 12/06/2011.

Autore del mese
 il mese 01/11/2012

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie EnzoL? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



EnzoL in rete:
Invia un messaggio privato a EnzoL.


EnzoL pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Voglio sentirmi dire tu sei mia

Dello scorrere di una vita, in queste poesie erotiche l’autrice raccoglie e lega i momenti pervasi dall’amore o (leggi...)
€ 2,99


EnzoL

Nient'altro Madre

Famiglia
nient'altro madre

è il mio freddo
e lo trovo sempre quando lo cerco
in un fondo o nell'altro

ed io,

io non farò nulla
per lenire i suoi veli invernali
che si stemperano nella follia

delle tue mani, voglio bruciare il ricordo
fiammeggiare ed incendiare i tuoi sorrisi
per spappolare cuori delicati
sulle finestre dell'incoscienza di ferro

oh germinante speme dei miei natali
tu e i tuoi caldi ricorsi non effettuate soste
sulle strade della mia povera solitaria città

come un pazzo,
negherò ad oltranza la tua esistenza
circondando le feste di muri alti,
indolenti mattoni sul tuo corpo sfinito

- esausto grembo delle mie ossessioni -

ho chiuso, ora,
con le porte migliori
mi restano quei giardini figli del caso
inventate ed allucinate convinzioni
d'esistenze ultraterrene sfiorite

- uteri immateriali -

sterili come gusci semi vuoti
spugne, utili per ripulire cessi esistenziali
di neglette piante senza radice

perdute da sempre e per sempre
nelle volte e nelle congiure
dell'universo avverso



EnzoL 02/01/2012 16:59| 16| 1849

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«gelano questi versi per la loro ineluttabile durezza! un cuore così straziato ed infreddolito soprattutto da chi l'ha generato addolora, vien voglia di abbracciarlo per offrirgli un po' di calore!! è l'esternazione magistrale d'un dolore eterno!! molto sentita!»
Club ScriverePaola Galli (19/01/2012) Modifica questo commento

«Mi ha colpito questa Poesia e moltissimo anche... traspare da ogni verso un velo di dolore che si puó quasi toccare... e mi tornano alla mente
le parole di Sàndor Màrai:
"Il dolore era altro: era urlo animalesco, anche quando stava in silenzio."»
Nadia Mazzocco (04/01/2012) Modifica questo commento

«disarmante leggere, sentire profondamente tanto dolore in questi versi... versi tra la follia ed il sentimento.»
Franca Donà astrofelia (03/01/2012) Modifica questo commento

«Una lirica estrema, in border- line tra la negazione, il tormento, il dolore, la follia nel ricordo di esistenze sofferte. Criptiche elucubrazioni, incuriosiscono e rendono la lirica interessante, aperta ad interpretazioni.»
Club ScrivereDonnaFPgreeneyed (03/01/2012) Modifica questo commento

«trovo sgomento nella scomparsa, svanisce il legame che ha celebrato la vita, ma sempre resta immortale l'anima celebrata in questa poesia.»
PULSE Morganti Paolo (02/01/2012) Modifica questo commento

«Nel ciclone della follia... oltre i muri innalzati... oltre le feste... il cuore continua ostinato a cercare, a chiedersi perchè, a nn dimenticare un legame troppo viscerale...
Testo ai limiti del delirio... iquietante, trascina in abissi di dilaniate tenebre...»
Club ScrivereElena Poldan (02/01/2012) Modifica questo commento

«Una lirica toccante in cui il dolore diventa nel cuore del poeta un sentimento tangibile in quel freddo che raggela l'anima per la privazione di un caro affetto. Profonda e coinvolgente, veramente notevole.»
Club ScrivereAngela Rainieri (02/01/2012) Modifica questo commento

«quanto dolore in questi versi che penetrano l'animo del lettore, complimenti notevolissima poesia»
Citarei Loretta Margherita (02/01/2012) Modifica questo commento

«dolore fortissimamente dolore descritto mirabilmente nei versi che stringono d'assedio l'anima nel ricordo...»
Club ScrivereMidesa (02/01/2012) Modifica questo commento

«quanto dolore può contenere una poesia?...interminabile ed incommensurabile...
eppure l'autore qui l'ha racchiuso ed offerto in versi, così urlanti che mi si raggomitola il cuore...
dolori senza soluzione di continuità, senza salvezza, senza riscatto, come una voglia, tatuati sulla pelle, in eterno... così personali che risuccchiano in fondo a baratri da cui osservare il mondo, estraneo... che non sa...»
Angela Fragiacomo (02/01/2012) Modifica questo commento

«Un freddo insopprimibile e incommensurabile ... impossibilità di difesa; è una poesia struggente dove avverto ataviche ricerche di calore e benessere lontani o riposti in un passato doloroso che continuamente s'affacciano nella mente; continua e profonda autoanalisi dove la consapevolezza congeda una struggente melanconia; molto molto intensa...»
Sadness (02/01/2012) Modifica questo commento

«Versi di particolare malessere d'un'anima sofferente per un affetto principale mancato o vissuto in modo distorto... fa sentire, nel tempo, il suo peso incessante e drammatico...
Poesia apprezzata»
Silvia De Angelis (02/01/2012) Modifica questo commento

«una composizione poetica molto intima e allo stesso tempo impressionante e di alto livello... il contenuto arriva diretto e pungente e in un lessico che mi ha molto sorpreso... ottima!»
alessio carlini (02/01/2012) Modifica questo commento

«Non si può far nulla per lenire un dolore che non ha requie.
C'è una misura del dolore che è la sua possibilità di consolazione.
Un senso di mistero, un velo oscuro, pervade questo testo. Si percepisce il singhiozzo del bambino disperato. L'addio impossibile, di chi vede perduto per sempre, il più dolce degli amori.»
hy ju (02/01/2012) Modifica questo commento

«Letta tutta di un fiato
mi ha colpito così intima così profonda
un sentire forte
quasi un urlo dell'anima
apprezzata molto»
Danielinagranata (02/01/2012) Modifica questo commento

«Io trovo i primi versi d'una intimità disarmate e tragica (la mancanza)...il resto è un dondolio di parole gravi... una dolce nenia in ricordo, in solitudine e in amarezza... di ciò che è perso, staccato... e comunque continua a mancare. Un Capolavoro di PURO e VERO Sentimento.»
Alessandro Labriola (02/01/2012) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Famiglia
Sembra ieri
Le tue Ragioni
Goccia
Carta da Zucchero
Buffa Principessa
Preghiera
Nient'altro Madre
Ricordo Suppellettile
Mio Cuore
Mai Più Pace
Il Tuo Regalo
Materna Follia
Regalarti un sogno
Lettera di un Codardo

Tutte le poesie



Premio Scrivere 2013
Magnetar Oltre la porta (Riflessioni)
Premio Scrivere 2012
Case Future Poesia a tema libero
Bui Albori Jim Morrison (La notte è un pozzo nero dove intingo inchiostro per le mie poesie)
Premio Scrivere 2011
Requiem Per Una Notte Tema libero
Ho Visto Vittime da zolfo e piombo

EnzoL
 I suoi 3 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Eddie Stardust - I (09/09/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ocean and Chips (01/12/2013)

Il racconto più letto:
 
Eddie Stardust - I (09/09/2013, 909 letture)


 Le poesie di EnzoL



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it