3796 visitatori in 24 ore
 211 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



redent Enzo Lomanno

EnzoL

Impossibile
detergere vera poesia
con poche parole dal basso del ventre.

Č necessario spesso incidere,
Escludendo dal suono la semantica.

Ritrovando del lemma l’origine.

Quell’espressione armoniosa che esula
dal senso stesso di una frase compiuta ... (continua)


Nell'albo d'oro:
Le tue Ragioni
Nella notte ascolto solo
da sempre il suono sordo
del tuo vecchio viso incompreso

che padre e dolore
mai così furon dette le parole
e d'amore nascosero
ogni mia volontà distruttiva
ogni eco di rivalsa

Di quei rigurgiti ferrosi,...  leggi...

Manifesto
in quale dissapore
porto le parole verso gli albori
raccapriccianti piccoli mostri
che s'affacciano furiosi dalle labbra di carne
e sfolgorano luce adamantina
sui tetti dell'inusuale ombra della mia coscienza

che ripercorrono nel rumore...  leggi...

I Fiumi di Porpora
solo tacciono
le spine conficcate nel cuore
senza parole né respiro sono i dolori
che sovente incontrano croci affini
lungo i viali alberati dello zoo

ingressi freddi nelle sinagoghe defunte
e piramidi innalzate come schermo...  leggi...

Frinire
Gli attimi,
non giungono,
- si perdono in risvegli -
lasciando spazi ogivali
su guanti di lune
defunte.

Soffi di favole antiche,
tra poveri sofismi della notte,
restano orfani,
selvaggi d'occhiaie fonde
in fiati dispersi nelle...  leggi...

Nella Morte del Fiore
In un fiore che sboccia
racchiudo e detengo l'ignoto

meraviglia ed incanto
mentre sfoglio nitide immagini
chiarificatrici

lo splendore
che porta corona
impera svettante
con guglie di petali
armonizzanti in seta

leggera l'anima si fa...  leggi...

Lontani Occhi Vicinissimi
ho visto occhi
occhi che hanno tramontato smeraldi
che innocenti hanno palpato sentenze
e nella verde meraviglia si son sciolti in lacrime

ho visto occhi
occhi che hanno tracciato ellissi di dolore
nel turbamento feroce dell'incredulità
e...  leggi...

Rosa di Gerico
eri piccola ombra ignota a Dio
una celata smorfia da marciapiede
sospinta come rosa di gerico
da gas autostradali

rotolavi

aprendo i polmoni alla rugiada del mattino
mentre riavvolgevi tapparelle inconsistenti

rotolavi

e ti chiedevi...  leggi...

Volendo il nostro eroe
volevo aprire una sola solitaria finestra
una porta per precipitare
ridendo a squarcia gola
ballando come un pazzo
sul male
e sullo squallore intrinseco in ciò che c'è di vivo
volevo sbirciare come un bimbo
affogando nelle...  leggi...

Cuore Ingenuo
piccolo cuore ingenuo
come sei buffo
mentre rotoli e ti frantumi
nei fanghi dell'illusione

tu non ci sei...

piccolo cuore urlante
odio la tua voce soprana
che nel buio insiste dall'eterno
suadente vociare di speranza

dove sei...  leggi...

La Corsa
cieco
le retine le ho perdute
scommettendo sull'ultima corsa

la mia prole...

e tutto va come deve
segue un corso fluido

l'atavica speranza sanguigna
il fiume d'orme
di carne e sperma
e paradiso
riverbera potente sulla linea dello...  leggi...

Domenica Mattina
è domenica mattina
una libra di luce
bilancia il buio nella stanza

m'affaccio sul balcone
pesante
per nulla disinvolto
orso sveglio da un letargo
che pare infinito

respiro l'asfalto...

in strada borbottano gli sbarbati
con il loro...  leggi...

Cappuccetti Rossi
reggevo l'immortale giovane calice
nella mano segnata da scaglie d'avvenimenti
mentre ad occhi chiusi proteggevo me stesso
dal lupo sociale

voleva farsi guardare
in tutta la sua meschina fierezza
mentre lacerava brandelli di sogni
da figure di...  leggi...

EnzoL

EnzoL
 Le sue poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Samsara (05/10/2010)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Di quello rimasto (03/04/2018)

EnzoL vi consiglia:
 E Poi Nulla (29/03/2012)
 Accattone (03/11/2012)
 Come Puņ (14/12/2013)
 Io (18/04/2014)
 Canto Ateo (30/03/2014)

La poesia più letta:
 
Sadņ (09/08/2011, 8580 letture)

EnzoL ha 12 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di EnzoL!

Leggi i 5257 commenti di EnzoL


Leggi i racconti di EnzoL

Le raccolte di poesie di EnzoL

EnzoL su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 04/03/2016
 il giorno 29/04/2014
 il giorno 12/01/2013
 il giorno 04/10/2011

Autore della settimana
 settimana dal 06/05/2013 al 12/05/2013.
 settimana dal 17/09/2012 al 23/09/2012.
 settimana dal 23/04/2012 al 29/04/2012.
 settimana dal 28/11/2011 al 04/12/2011.
 settimana dal 06/06/2011 al 12/06/2011.

Autore del mese
 il mese 01/11/2012

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie EnzoL? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



EnzoL in rete:
Invia un messaggio privato a EnzoL.


EnzoL pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Voglio sentirmi dire tu sei mia

Dello scorrere di una vita, in queste poesie erotiche l’autrice raccoglie e lega i momenti pervasi dall’amore o (leggi...)
€ 2,99


EnzoL

Canti di Anąsteros: la nascita (I Canto)

Fiabe
pochi furon gli squarci di luce
sommessi tiepidi raggi pallidi
ch'esplosero nelle coltri furenti
dove - nebbie insipide -
lambirono loquaci e tremuli steli
sopravvissuti retaggi
d'un tempo che fu

regnava silenzio
fino ad allora,
nelle pianure riarse
da sabbie sterili
che incorniciavano immonde
- il creato mistico -
dove tutto avvenne

e nel frusciar della polvere
si spezzaron terribili e vibranti
le urla della madre partoriente

vedova nera, mostro e dea
dal nome impronunciato
- contrario alla Terra -

Aiag era il suo Nome.

Divaricò le gambe Aiag
e si strappò le labbra
in rispettoso e contrito dolore
per la venuta celeste

e lacrime e sangue sparpagliava
in ampolle selvagge.
Latrati di schiuma delirante ed abortita
che scivolarono dalla bocca
e dalla sua voragine oscura
regalando ai suoi primi respiri
un quasi gemito che perdurò come eco
nella lunga vita di Anàsteros

e quindi venne
ed - Egli - giunse

*

Poggiando i piedi neonati
di marmo antico sul suolo
rimarcò tra le fiamme
i suoi prossimi domini

sfiorò con una mano la terra
polverosa e sterile
ed osservò la donna dilaniata

l'osservò come ogni figlio
osserva la madre morente

gli passò poi, la mano sulle fronti
e baciò le sue bocche
e nel chiarore della prima alba
d'un mondo nuovo
pronunciò il suo vagito addolorato

"Aiag, madre sofferente
e dalla schiuma di delirio
che nasco
e tra le urla e nel gelo
c'asciugo ora, il tuo sangue
sulla mia pelle.
sono lacrime quelle che solcano
i tuoi molteplici occhi
ed è Morte quella che leggo
nel tuo ventre dilaniato"

Si alzò Anàsteros
ed appiattii la sua mano sinistra
sul petto e con l'altra
si coprì gli occhi

"e dunque son giunto,
così...
spolverando la terra di sangue!
- una nuova vita attraverso una nuova morte -

oh quale beffa
e quale inutile destino!

sia nascita sia morte
s'accomunano
nel nulla dello stesso cammino"

chiuse gli occhi e chiuse la bocca
sospirando

e dopo aver pronunciato la sua prima Verità
una perla scivolò dalle guance bianche

e fu
la prima lacrima di Anàsteros




EnzoL 05/02/2012 14:46| 14| 1704

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Nota dell'autore:
«Anąsteros: dal greco classico 'Privo di stelle'»


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«un vero capolavoro che mi ha lasciato senza fiato e che mi ha fatto riflettere e pensare. Sicuramente mi ha fatto sognare e non č facile. Con ammirazione»
Club ScrivereStefano Canepa (06/02/2012) Modifica questo commento

«senza stelle, e senza luce questa nascita, la prima perla di consapevolezza, il primo incontro con la perdita, il primo dolore, la sua nascita per la morte della madre, il cerchio che si chiude, il primo, e certo non l'ultimo. Per Castaneda una donna che aveva generato aveva dei buchi immensi nella sua energia, una porta dalla quale poteva entrare di tutto, aveva, con la sua scelta fiaccato la perfezione del suo uovo di energia pura. Sono madre, per pił volte e mille volte e mille ancora ripeterei la scelta. Quindi Anąsteros non puņ che continuare il suo cammino, consapevole del dono o della maledizione immensa che ha ricevuto. E comincia la "storia" il poema, il racconto, bella prova a spaziare, in poesia, a 360°...»
Club ScrivereAnnamaria Barone (06/02/2012) Modifica questo commento

«Č inserita nelle fiabe ma a me sembra una poesia dal contenuto molto profondo: i temi nascita e morte sono i temi principe della vita, intimamente legati come in questi versi. Versi forti, versi dirompenti. Sembra quasi di essere presenti e restare macchiati da quel sangue (elemento ricorrente nelle belle poesie di Enzo) che sprizza. Superba e non credo che sarą l'unica del genere. Complimenti.»
filiberto (06/02/2012) Modifica questo commento

«un misto di emozioni scuotono il lettore leggendo questa lirica, molto coinvolgente ed interessante, complimenti»
Emanuele Martina (06/02/2012) Modifica questo commento

«Suggestiva narrazione intrisa di fantasia tenebrosa e fatale. Chiusa davvero toccante.»
Club ScrivereRita Stanzione (06/02/2012) Modifica questo commento

«bellissimo questo poema , colpisce ed affascina il lettore, lirica di gran pregio, complimenti»
Citarei Loretta Margherita (05/02/2012) Modifica questo commento

«Una fiaba oscura e suggestiva che travolge il lettore e lo coinvolge in un'atmosfera mistica e quasi onirica, come fosse un incubo; uno di quelli che lasciano il segno e che, nonostante turbano, si vorrebbe continuare a rievocare e ricordare. Creativitą e genio abbondano sublimemente! Complimenti, da togliere il fiato i tuoi versi!»
Laura Maira (05/02/2012) Modifica questo commento

«Priva di stella ... nascere nell'oscuritą... stupenda fiaba che provoca grande suggestione ... La chiusa bellissima, la prima lacrima č il primo passo per la guarigione...
Bellissima...»
Club ScriverePatrizia Ensoli (05/02/2012) Modifica questo commento

«Condivido alcuni dei commenti sotto e sento in perfetta sintonia l'autore nel mondo delle fiabe, essendo dietro ad una favola sempre una morale l'autore invoglia allo studio per scovarla, eccellente, sia pure fiaba grintosa e intrigante che suscita quasi ansia alla lettura č di una bellezza straripante, intensa lettura, piaciutissima»
Sadness (05/02/2012) Modifica questo commento

«E' la fiaba della vita dove nascita e morte sono da sempre sorelle, un racconto forte direi tenebroso, rimane sempre ben curato lo svolgimento del tema proposto dall'autore. Molto originale il testo proposto.»
PULSE Morganti Paolo (05/02/2012) Modifica questo commento

«Anąsteros, privo di stella, un nome che s'addice perfettamente alla fiaba, direi nera, oserei blasfema, in cui si narra d'una nascita, ma non c'č gioia, c'č morte e dolore, dolore e morte e si tocca con mano il nulla dello stesso cammino, quasi a sfatare l'idea, la speranza, che possa esservi dell'altro... agnostico testo... dirņ, m'ha messo inquietudine per non dire brividi e questo la dice lunga sulla capacitą di suggestionare del nostro poeta!...direi prima puntata, attendo il seguito...»
Angela Fragiacomo (05/02/2012) Modifica questo commento

«Ed eccolo l'autore che torna al suo vecchio amore... La fantasia straripante compone questa lirica cruda quanto intrigante... Anasteros prende vita dalla morte... Una chiusa che addolcisce č un perfetto castone per un sentire cosģ travagliato. Grande Red...!Fiocco»
Club ScrivereDuilio Martino (05/02/2012) Modifica questo commento

«Inconfondibilmente, indiscutibilmente, redentianamente REDENT!!!
Testo interessante, atmosfera suggestiva, onirica, mistica, tenebrosa, dolorosa... profondo anche il sentire e dolente il percepire...
Ottima prova!»
Club ScrivereElena Poldan (05/02/2012) Modifica questo commento

«Ispiratissimo canto per un neonato eroe dal sentore quasi mitologico.
Sembra ambientato in una tragedia greca con qualche contaminazione fantasy.»
hy ju (05/02/2012) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Fiabe
Canti di Anąsteros: La Preghiera di Zarathustra (VII Canto)
Canti di Anąsteros: Le Catene (VI Canto)
Canti di Anąsteros: Il Tradimento (V Canto)
Canti di Anąsteros: La Scienza (IV Canto)
Canti di Anąsteros: La Pietą (III Canto)
Canti di Anąsteros: La Solitudine dell'Unicitą (II Canto)
Canti di Anąsteros: la nascita (I Canto)
Dove Aquile Spiegavano le Ali
Stigmi

Tutte le poesie

Canti di Anąsteros
Canti di Anąsteros: la nascita (I Canto)
Canti di Anąsteros: La Solitudine dell'Unicitą (II Canto)
Canti di Anąsteros: La Pietą (III Canto)
Canti di Anąsteros: La Scienza (IV Canto)
Canti di Anąsteros: Il Tradimento (V Canto)
Canti di Anąsteros: Le Catene (VI Canto)
Canti di Anąsteros: La Preghiera di Zarathustra (VII Canto)




Premio Scrivere 2013
Magnetar Oltre la porta (Riflessioni)
Premio Scrivere 2012
Case Future Poesia a tema libero
Bui Albori Jim Morrison (La notte č un pozzo nero dove intingo inchiostro per le mie poesie)
Premio Scrivere 2011
Requiem Per Una Notte Tema libero
Ho Visto Vittime da zolfo e piombo

EnzoL
 I suoi 3 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Eddie Stardust - I (09/09/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ocean and Chips (01/12/2013)

Il racconto più letto:
 
Eddie Stardust - I (09/09/2013, 909 letture)


 Le poesie di EnzoL



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it