3782 visitatori in 24 ore
 185 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



redent Enzo Lomanno

EnzoL

Impossibile
detergere vera poesia
con poche parole dal basso del ventre.

È necessario spesso incidere,
Escludendo dal suono la semantica.

Ritrovando del lemma l’origine.

Quell’espressione armoniosa che esula
dal senso stesso di una frase compiuta ... (continua)


Nell'albo d'oro:
Le tue Ragioni
Nella notte ascolto solo
da sempre il suono sordo
del tuo vecchio viso incompreso

che padre e dolore
mai così furon dette le parole
e d'amore nascosero
ogni mia volontà distruttiva
ogni eco di rivalsa

Di quei rigurgiti ferrosi,...  leggi...

Manifesto
in quale dissapore
porto le parole verso gli albori
raccapriccianti piccoli mostri
che s'affacciano furiosi dalle labbra di carne
e sfolgorano luce adamantina
sui tetti dell'inusuale ombra della mia coscienza

che ripercorrono nel rumore...  leggi...

I Fiumi di Porpora
solo tacciono
le spine conficcate nel cuore
senza parole né respiro sono i dolori
che sovente incontrano croci affini
lungo i viali alberati dello zoo

ingressi freddi nelle sinagoghe defunte
e piramidi innalzate come schermo...  leggi...

Frinire
Gli attimi,
non giungono,
- si perdono in risvegli -
lasciando spazi ogivali
su guanti di lune
defunte.

Soffi di favole antiche,
tra poveri sofismi della notte,
restano orfani,
selvaggi d'occhiaie fonde
in fiati dispersi nelle...  leggi...

Nella Morte del Fiore
In un fiore che sboccia
racchiudo e detengo l'ignoto

meraviglia ed incanto
mentre sfoglio nitide immagini
chiarificatrici

lo splendore
che porta corona
impera svettante
con guglie di petali
armonizzanti in seta

leggera l'anima si fa...  leggi...

Lontani Occhi Vicinissimi
ho visto occhi
occhi che hanno tramontato smeraldi
che innocenti hanno palpato sentenze
e nella verde meraviglia si son sciolti in lacrime

ho visto occhi
occhi che hanno tracciato ellissi di dolore
nel turbamento feroce dell'incredulità
e...  leggi...

Rosa di Gerico
eri piccola ombra ignota a Dio
una celata smorfia da marciapiede
sospinta come rosa di gerico
da gas autostradali

rotolavi

aprendo i polmoni alla rugiada del mattino
mentre riavvolgevi tapparelle inconsistenti

rotolavi

e ti chiedevi...  leggi...

Volendo il nostro eroe
volevo aprire una sola solitaria finestra
una porta per precipitare
ridendo a squarcia gola
ballando come un pazzo
sul male
e sullo squallore intrinseco in ciò che c'è di vivo
volevo sbirciare come un bimbo
affogando nelle...  leggi...

Cuore Ingenuo
piccolo cuore ingenuo
come sei buffo
mentre rotoli e ti frantumi
nei fanghi dell'illusione

tu non ci sei...

piccolo cuore urlante
odio la tua voce soprana
che nel buio insiste dall'eterno
suadente vociare di speranza

dove sei...  leggi...

La Corsa
cieco
le retine le ho perdute
scommettendo sull'ultima corsa

la mia prole...

e tutto va come deve
segue un corso fluido

l'atavica speranza sanguigna
il fiume d'orme
di carne e sperma
e paradiso
riverbera potente sulla linea dello...  leggi...

Domenica Mattina
è domenica mattina
una libra di luce
bilancia il buio nella stanza

m'affaccio sul balcone
pesante
per nulla disinvolto
orso sveglio da un letargo
che pare infinito

respiro l'asfalto...

in strada borbottano gli sbarbati
con il loro...  leggi...

Cappuccetti Rossi
reggevo l'immortale giovane calice
nella mano segnata da scaglie d'avvenimenti
mentre ad occhi chiusi proteggevo me stesso
dal lupo sociale

voleva farsi guardare
in tutta la sua meschina fierezza
mentre lacerava brandelli di sogni
da figure di...  leggi...

EnzoL

EnzoL
 Le sue poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Samsara (05/10/2010)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Di quello rimasto (03/04/2018)

EnzoL vi consiglia:
 E Poi Nulla (29/03/2012)
 Accattone (03/11/2012)
 Come Può (14/12/2013)
 Io (18/04/2014)
 Canto Ateo (30/03/2014)

La poesia più letta:
 
Sadò (09/08/2011, 8580 letture)

EnzoL ha 12 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di EnzoL!

Leggi i 5257 commenti di EnzoL


Leggi i racconti di EnzoL

Le raccolte di poesie di EnzoL

EnzoL su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 04/03/2016
 il giorno 29/04/2014
 il giorno 12/01/2013
 il giorno 04/10/2011

Autore della settimana
 settimana dal 06/05/2013 al 12/05/2013.
 settimana dal 17/09/2012 al 23/09/2012.
 settimana dal 23/04/2012 al 29/04/2012.
 settimana dal 28/11/2011 al 04/12/2011.
 settimana dal 06/06/2011 al 12/06/2011.

Autore del mese
 il mese 01/11/2012

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie EnzoL? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



EnzoL in rete:
Invia un messaggio privato a EnzoL.


EnzoL pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Voglio sentirmi dire tu sei mia

Dello scorrere di una vita, in queste poesie erotiche l’autrice raccoglie e lega i momenti pervasi dall’amore o (leggi...)
€ 2,99


EnzoL

E Poi Nulla

Impressioni
Non ci fu preavviso

devastante la lama
tranciò netta
ossa ancora bianche
inconsapevoli

e non ci fu pietà

sgraziate le grida
da cane azzoppato
rimbalzarono stridendo
sul ciglio della strada
sole.

Poi...
poi nulla,
calò silenzio

e nessuno
prese coscienza di sé

nulla
divenne verità o bugia

Nulla,
divenne nulla e confusione.

Solo il dolore
arpeggiò puro e limpido
lineare e certo

uscendo dal seminato
- fu chiaro -
come una nota stonata
in un'orchestra appena imbastita

ed io,
io,
semplicemente,

me ne innamorai...



EnzoL 29/03/2012 19:16| 15| 2119

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.


 
Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Innamorarsi del dolore nel senso buono fa onore, ciò significa che si ha un'anima che che si coinvolge verso gli altri, verso quelli che soffrono, significa non essere indifferenti in questo mondo che dell'indifferenza ha fatto una bandiera. Opera scritta egregiamente e con stile particolare, l'ho letta quattro volte e spero d'aver afferrato giusto, ma non ne sono sicura. Apprezzata!»
Grazia Denaro (01/04/2012) Modifica questo commento

«il verseggiare dell'autore coinvolge il lettore che si lascia trasportare dalle emozioni ...versi che si apprezzano per la musicalità e lo stile... complimenti»
Giacomo Scimonelli (30/03/2012) Modifica questo commento

«quella nota stonata, diviene stigma, unica certezza d'esistere e ci s'innamora del solco che lascia... una nota stonata rappresentativa di un dolore che ci ha segnato al punto da contraddistinguerci come unici tra la moltitudine accordata nella sinfonia, che non riconosciamo nostra, non più, dopo che la lama recise ogni appartenenza... e quel nulla dopo, il nostro stesso nulla, come liquido amniotico in cui siamo cresciuti, non per scelta, ma tant'è, divenuto il tutto... gli apparteniamo tanto quanto lo sentiamo nostro, il nostro mondo, il nostro universo...
che aggiungere... una lirica che traccia impietosa un solco, distingue il prima dal dopo... dipinge la tela di nero, come il dolore, come la vita...
una forza dirompente e silenziosa...»
Angela Fragiacomo (30/03/2012) Modifica questo commento

«Nulla dietro me il nulla, l'impossibile senso del dolore universale il senso di colpa di fratelli sterminati il genocidio farsi carico del dolore dell'uomo e portarlo dentro come dolore universale tenendo lo suardo alla nostra condizione di vita caduca e innamorarsi nonostante tutto di questa bellezza, unica, irripetibile e solitaria, la vita.»
PULSE Morganti Paolo (29/03/2012) Modifica questo commento

«è una poesia in apparenza più semplice delle altre tue, ma le parole tramano e veleggiano verso un finale che nella sua apparente trasparenza sorprende e devasta come una lama nel cuore. Cinque stelle»
Club ScrivereStefano Canepa (29/03/2012) Modifica questo commento

«Una lama... nella fredda lama la metafora dell'autore e nella medesima tagliente daga il sentire che m'avvolge mentre leggo questa sua encomiabile lirica.
Devo confessare di aver dovuto leggere e rileggere più volte, quasi che la chiarezza del tema trattato disarmasse il mio discernimeto facendolo precipitare alla ricerca di quell'arcano che qui non vive.
Squisitezza di forma e piacevolezza d'insieme sono peculiarità di questa lirica dalla stravolgente e sorprendente chiusa, motivo di riflessione su un accadere sovente taciuto e nascosto come intima vergogna.
Il Lomanno sta sviluppando e raffinando la sua tecnica espressiva con sorprendenti risultati.»
Club ScrivereMoreno Tonioni (29/03/2012) Modifica questo commento

«accettare il dolore universale è far crescere la nostra anima, è un passo per essere nel futuro persone migliori, ottima, da brivido.»
Citarei Loretta Margherita (29/03/2012) Modifica questo commento

«Innamorarsi del dolore altrui, provare empatia, coinvolgimento per il ddolore degli altri come fosse il nostro, accettarlo anche se è una nota stonata, se altri lo evitano...
Ho letto così la lirica, che mi ha coinvolto per la sua atmosfera particolare in cui dolore e mistero s'intrecciano»
Fiammetta Campione (29/03/2012) Modifica questo commento

«Poesia che rapisce verso un mondo appartato, dove non è facile entrare, non tutti vogliono entrarci... ma l'amore può. Bellissima e profonda.»
Club ScrivereRita Stanzione (29/03/2012) Modifica questo commento

«però ... intrigante la chiusa di questa composizione;
letta più volte e più d'una sono state le interpretazioni ispirate
comunque mi rimanda ad un evento inaspettato,
bocciato dalla massa, vuoi perché doloroso, vuoi perché insolito;
evento apprezzato in solitudine; così e in altri 10 modi la sento,
amara e affascinante, segn. volentieri.»
Sadness (29/03/2012) Modifica questo commento

«versi che graffiano.
scalpellano con cruda lucidità, graffiano, sulla schiena dell'anima.
il grido che ne scaturisce è un miscuglio di sapori, sensazioni border- line, reciprocamente contaminanti...
tutto da godere... il respiro di questa poesia.»
Club Scrivereradicedi64 (29/03/2012) Modifica questo commento

«La nota stonata che
uscendo dal seminato, prende coscienza di se
e dopo il dolore
la rinascita di una certezza nuova...
Mi distinguo, perché la mia mente
viaggia da se ... e vede... Ciò che ho sentito io, leggendo questa fantastica lirica...
Affascinata e poi... nulla»
Club ScriverePatrizia Ensoli (29/03/2012) Modifica questo commento

«Amare il dolore sembra impossibile, eppure è così...è un sentimento nobile che richiede di essere accettato amorevolmente, osservato e abbracciato ogni volta che si presenterà. Solo così saremo in grado di lasciarlo andare. Un poesia toccante e piena di significato su cui riflettere. Mi piace tantissimo, hai una sensibilità che la tua corazza non può nascondere...»
Jade (29/03/2012) Modifica questo commento

«Inevitabilmente rapìta. Non riesco a dire altro. Svanirebbe l'incanto.»
Giusy Cancemi Di Maria (29/03/2012) Modifica questo commento

«----------------------non c'è niente da fare... godo nel leggerti,,,,,,,,,,,,,»
omissam (29/03/2012) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Impressioni
Ore 7. 00
Gray
H2o
Paura
Filari
Dalla Finestra
Cigolii
Cheyenne
Eterno Dilagare
Rum e Noccioline
La Vita
Blake Hole
Erano a Ottobre
Sulla Vita
Apnee
Transeunte
Zolle
Parole
Polifonica
Tempi Asincroni
Cicuta
Black Eco
Vibration
Alieni
Di quel che è Vero
Dei Bambini che dormono
Onde
Nascita
Caos
Amniotico Stomp
Doppler Effect
Cogito
Tallone Trafitto
L'ambiguo mio pensiero
Inutile Eufonia (Assolo)
Metropolitan Squit
Cip, Cip, Cip (Urban Opportunities)
L'Oca D'oro
La Notte delle Perseidi
Occhiali da Sole
Fuga in Spiaggia
Selvatico
Come Un Fiocco di Neve
L'Inutile
Frinire
Ipocentri
Scintille in Fuga
Godot
Sigarette
Segmenti
E Poi Nulla
Quella Notte in cui
Golem Empatici
Gioca Il Silenzio
Lascio le Sponde
Sporco la Neve
Lembi di Sole
Quarto di Bue
Fiore di Plastica
Lontani Occhi Vicinissimi
Sicurezze
La Mia Insonnia (Il Biliardo)
Come Malattia
Strani Giorni
I Fiumi di Porpora
La Corsa

Tutte le poesie



Premio Scrivere 2013
Magnetar Oltre la porta (Riflessioni)
Premio Scrivere 2012
Case Future Poesia a tema libero
Bui Albori Jim Morrison (La notte è un pozzo nero dove intingo inchiostro per le mie poesie)
Premio Scrivere 2011
Requiem Per Una Notte Tema libero
Ho Visto Vittime da zolfo e piombo

EnzoL
 I suoi 3 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Eddie Stardust - I (09/09/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ocean and Chips (01/12/2013)

Il racconto più letto:
 
Eddie Stardust - I (09/09/2013, 909 letture)


 Le poesie di EnzoL



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it