3796 visitatori in 24 ore
 211 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



redent Enzo Lomanno

EnzoL

Impossibile
detergere vera poesia
con poche parole dal basso del ventre.

Č necessario spesso incidere,
Escludendo dal suono la semantica.

Ritrovando del lemma l’origine.

Quell’espressione armoniosa che esula
dal senso stesso di una frase compiuta ... (continua)


Nell'albo d'oro:
Le tue Ragioni
Nella notte ascolto solo
da sempre il suono sordo
del tuo vecchio viso incompreso

che padre e dolore
mai così furon dette le parole
e d'amore nascosero
ogni mia volontà distruttiva
ogni eco di rivalsa

Di quei rigurgiti ferrosi,...  leggi...

Manifesto
in quale dissapore
porto le parole verso gli albori
raccapriccianti piccoli mostri
che s'affacciano furiosi dalle labbra di carne
e sfolgorano luce adamantina
sui tetti dell'inusuale ombra della mia coscienza

che ripercorrono nel rumore...  leggi...

I Fiumi di Porpora
solo tacciono
le spine conficcate nel cuore
senza parole né respiro sono i dolori
che sovente incontrano croci affini
lungo i viali alberati dello zoo

ingressi freddi nelle sinagoghe defunte
e piramidi innalzate come schermo...  leggi...

Frinire
Gli attimi,
non giungono,
- si perdono in risvegli -
lasciando spazi ogivali
su guanti di lune
defunte.

Soffi di favole antiche,
tra poveri sofismi della notte,
restano orfani,
selvaggi d'occhiaie fonde
in fiati dispersi nelle...  leggi...

Nella Morte del Fiore
In un fiore che sboccia
racchiudo e detengo l'ignoto

meraviglia ed incanto
mentre sfoglio nitide immagini
chiarificatrici

lo splendore
che porta corona
impera svettante
con guglie di petali
armonizzanti in seta

leggera l'anima si fa...  leggi...

Lontani Occhi Vicinissimi
ho visto occhi
occhi che hanno tramontato smeraldi
che innocenti hanno palpato sentenze
e nella verde meraviglia si son sciolti in lacrime

ho visto occhi
occhi che hanno tracciato ellissi di dolore
nel turbamento feroce dell'incredulità
e...  leggi...

Rosa di Gerico
eri piccola ombra ignota a Dio
una celata smorfia da marciapiede
sospinta come rosa di gerico
da gas autostradali

rotolavi

aprendo i polmoni alla rugiada del mattino
mentre riavvolgevi tapparelle inconsistenti

rotolavi

e ti chiedevi...  leggi...

Volendo il nostro eroe
volevo aprire una sola solitaria finestra
una porta per precipitare
ridendo a squarcia gola
ballando come un pazzo
sul male
e sullo squallore intrinseco in ciò che c'è di vivo
volevo sbirciare come un bimbo
affogando nelle...  leggi...

Cuore Ingenuo
piccolo cuore ingenuo
come sei buffo
mentre rotoli e ti frantumi
nei fanghi dell'illusione

tu non ci sei...

piccolo cuore urlante
odio la tua voce soprana
che nel buio insiste dall'eterno
suadente vociare di speranza

dove sei...  leggi...

La Corsa
cieco
le retine le ho perdute
scommettendo sull'ultima corsa

la mia prole...

e tutto va come deve
segue un corso fluido

l'atavica speranza sanguigna
il fiume d'orme
di carne e sperma
e paradiso
riverbera potente sulla linea dello...  leggi...

Domenica Mattina
è domenica mattina
una libra di luce
bilancia il buio nella stanza

m'affaccio sul balcone
pesante
per nulla disinvolto
orso sveglio da un letargo
che pare infinito

respiro l'asfalto...

in strada borbottano gli sbarbati
con il loro...  leggi...

Cappuccetti Rossi
reggevo l'immortale giovane calice
nella mano segnata da scaglie d'avvenimenti
mentre ad occhi chiusi proteggevo me stesso
dal lupo sociale

voleva farsi guardare
in tutta la sua meschina fierezza
mentre lacerava brandelli di sogni
da figure di...  leggi...

EnzoL

EnzoL
 Le sue poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Samsara (05/10/2010)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Di quello rimasto (03/04/2018)

EnzoL vi consiglia:
 E Poi Nulla (29/03/2012)
 Accattone (03/11/2012)
 Come Puņ (14/12/2013)
 Io (18/04/2014)
 Canto Ateo (30/03/2014)

La poesia più letta:
 
Sadņ (09/08/2011, 8580 letture)

EnzoL ha 12 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di EnzoL!

Leggi i 5257 commenti di EnzoL


Leggi i racconti di EnzoL

Le raccolte di poesie di EnzoL

EnzoL su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 04/03/2016
 il giorno 29/04/2014
 il giorno 12/01/2013
 il giorno 04/10/2011

Autore della settimana
 settimana dal 06/05/2013 al 12/05/2013.
 settimana dal 17/09/2012 al 23/09/2012.
 settimana dal 23/04/2012 al 29/04/2012.
 settimana dal 28/11/2011 al 04/12/2011.
 settimana dal 06/06/2011 al 12/06/2011.

Autore del mese
 il mese 01/11/2012

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie EnzoL? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



EnzoL in rete:
Invia un messaggio privato a EnzoL.


EnzoL pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Voglio sentirmi dire tu sei mia

Dello scorrere di una vita, in queste poesie erotiche l’autrice raccoglie e lega i momenti pervasi dall’amore o (leggi...)
€ 2,99


EnzoL

Canti di Anąsteros: Le Catene (VI Canto)

Fiabe
Fu tanto il dolore provato
e le strade deluse
che presto Anàsteros si lasciò
trasportar dal suo sogno
mentre sdraiato raggranellava stelle
dalla volta turchese

e le cime dei pini nordici
e le brezze leggere d'oceano
rimpinguavano l'alito del dio
che fresco tramutava boccioli in rose
e spine in unguenti profumati

nulla di contrario era ora
alle porte mistiche d'Anàsteros,
poiché ogni cosa filtrava e tingeva da lui
come lui stesso affondava fortificato
nell'illusoria beltà degli oppi divini;

e mentre desto ancor poco
lasciava le sponde reali
per qualche istante
lasciò cader
ogni sorta di convinzione
finora pregna saliva divina
della consapevolezza

e vide
lontano tra gli onirici gigli,
luci ed ombre definite
in un unico focolaio rovente

li fissò Anàsteros,
mentre forme e colori
prendevano il corpo
d'un miraggio desolato

e non poteva
lui stesso Dio tant'era
definire la forma si fatta
ai suoi occhi incantati.

Accostò quindi le sue ali lucenti
ed arcuò la sua fronte infinita
scrutando della forma
la sua bruma

e vide

che bruma spesso a salir dal cielo e dalla terra
indefinita nella forma e nel colore
senza luce né ombra di peccato è la sua mole

che bruma senza materia è ricerca itinerante
di consistenza, poiché dove non v'è forma
vi è ricerca di consistenza
e dove vi è consistenza
vi è ricerca d'indefinito

che bruma
delle guerre dei popoli, del loro dolore e delle loro gioie
di madri che piansero i figli e padri che piansero i figli
e figli che piansero bandiere
non vi era nulla di scritto nell'eterno,
nulla era, ma tutto circolava informe
in un continuo peregrinare oscuro ed ingegnoso

che per gioia ci vuol dolore e bruma
e bruma da dolore e gioie

Nebbie vide Anàsteros
nebbie a dismisura senza storia passata
senza storia futura
solo un ciclico meccanismo senza eguali

e tra le nebbie rivide il vecchio Aglenos
finalmente sorridente
finalmente pago
poiché capii

ed i bambini periti nelle piazze di Boreios
sotto le lance, uniti in piccoli vibrati eterni

e vide
le stelle fuse in unici soli
e pendii divenire pianure verdeggianti
per poi trasmutare in scoscese scogliere

Comprese Anàsteros,
che non vi era giustizia certa
che non vi era bene e male
che non vi era sangue versato per vacui motivi
che tutto
era predestinato a bilanciare
l'eterna giostra del dorato fare
che tutto
baloccava nella materia né morta né viva
in un eterno ondeggiato caos

Neanche lui
in quanto Dio
era svincolato dall'etereo supplizio,

e non si nasce e non si muore,
e non si ride e non si piange
e non vi era possibile fuga,
tutto era perfetto equilibrio

Così lasciò la bruma a sé
e destatosi riprese il volo ferito nel cuore.

Nei suoi sentimenti divini
l'orgoglio doleva,
in tumulto i suoi occhi splendenti
lasciavano spazi e distanze
e senza considerar sentimenti
pensò:

- E' dunque così, che tutto si compie
non v'è sconfitta né vittoria
non v'e amore né odio
non v'è vera compassione per il cieco
né vera compassione per il ricco
tutto fluttua;
in un eterno giogo d'equilibri celati
rimane il nostro scopo
un peso a contrapporre -

- la forma si fatta
mia, di tutti e tutto
un sol scopo essa ha

d'equilibrio solidificato
eterna e sfuggevole ghiera di supplizio
catena al collo e nell'anima,
senza rimedio né svincoli di redenzione;
tutto gira
e di ogni cosa che è illusione
v'è l'illusione contrapposta -

- non c'è parola
né veritiera luce
solo un verbo scisso
dalla notte dei tempi -

- come semplici schegge
riverberanti ed ostinate
vaghiamo perduti in un sogno,
che non ci appartiene

e che me medesimo,
della mia parola
e della parola dei re
quand'anco la parola d'un sasso
non scalfiscono!
neutre
rimangon disciolte e lineari
sulle desolate mareggiate del creato -

Fu così, che nella sua vita Divina
per la prima volta
Anàsteros comprese le Catene
dell'eterna prigionia

ed ora,
che era nuovamente solo
lasciò cadere una lacrima
dalle guance bianche

Fu la sesta lacrima di Anàsteros




EnzoL 01/09/2012 19:01| 6| 1425

Creative Commons LicenseQuesta poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l'attribuzione all'autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

Nota dell'autore:
««Sesta fiaba
Anąsteros: dal greco classico 'privo di stelle'
Boreios: dal greco classico 'del vento del nord'
Aglenos: dal greco classico 'privo di pupilla'
»


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Emozionata dai tuoi versi rivivo gli antichi illuminati e illuminanti poeti .
L'arte del sublimare i concetti con parole ti č innata e non mi resta altro che inchinarmi e trattenere il fiato»
elena rapisa (03/03/2014) Modifica questo commento

«Sull'opera ... si rimane quasi senza parole alla lettura di questa Grande composizione, i miei complimenti perché ritengo non sia semplice un testo cosģ complesso da realizzare; la trovo estremamente affascinante»
Sadness (02/09/2012) Modifica questo commento

«ah queste cose mi ispirano e mi lasciano un sapore di grandezza, mi spingono a scrivere ancora a superarmi... perché superare il limite delle cose conosciute, dev'essere lo scopo e il traguardo di ogni artista, dilettante o altro che sia. G r a n d i s s i m a opera»
Club ScrivereStefano Canepa (02/09/2012) Modifica questo commento

«Insolita, ricca di fascino, evoca emozioni lontane. Complimenti, piaciutissima, Red»
Miriam Badiani (02/09/2012) Modifica questo commento

«L'eterna giostra
tutto č certo, niente č scontato...
e il mutabile, nell'immutabile ...
Destino ... Grandiosa opera
Fantastica!!!»
Club ScriverePatrizia Ensoli (02/09/2012) Modifica questo commento

«Credevo oramai che nulla pił poteva stupirmi, emozioni nuove invece arrivano da questa tua opera... mai dire mai nella vita, e cosģ č. Sei davvero l'artista della parola, sei il cantore dell'emozione, sei una penna fra le dita che vive questa vita con il dono dell'emozione... STUPENDA.»
Giuseppe Boccanfuso (01/09/2012) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Fiabe
Canti di Anąsteros: La Preghiera di Zarathustra (VII Canto)
Canti di Anąsteros: Le Catene (VI Canto)
Canti di Anąsteros: Il Tradimento (V Canto)
Canti di Anąsteros: La Scienza (IV Canto)
Canti di Anąsteros: La Pietą (III Canto)
Canti di Anąsteros: La Solitudine dell'Unicitą (II Canto)
Canti di Anąsteros: la nascita (I Canto)
Dove Aquile Spiegavano le Ali
Stigmi

Tutte le poesie

Canti di Anąsteros
Canti di Anąsteros: la nascita (I Canto)
Canti di Anąsteros: La Solitudine dell'Unicitą (II Canto)
Canti di Anąsteros: La Pietą (III Canto)
Canti di Anąsteros: La Scienza (IV Canto)
Canti di Anąsteros: Il Tradimento (V Canto)
Canti di Anąsteros: Le Catene (VI Canto)
Canti di Anąsteros: La Preghiera di Zarathustra (VII Canto)




Premio Scrivere 2013
Magnetar Oltre la porta (Riflessioni)
Premio Scrivere 2012
Case Future Poesia a tema libero
Bui Albori Jim Morrison (La notte č un pozzo nero dove intingo inchiostro per le mie poesie)
Premio Scrivere 2011
Requiem Per Una Notte Tema libero
Ho Visto Vittime da zolfo e piombo

EnzoL
 I suoi 3 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Eddie Stardust - I (09/09/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Ocean and Chips (01/12/2013)

Il racconto più letto:
 
Eddie Stardust - I (09/09/2013, 909 letture)


 Le poesie di EnzoL



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande pił frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it